T.O.E. Art Market supports artists and galleries all over the world. Discover the artworks

IDEOCROMO, Ennio Finzi - T.O.E. Art Market

T.O.E. Art Market, the new online marketplace to buy and sell art, find the original paintings, fine art photographs, and drawings such as a museum of modern art and contemporary art. T.O.E. Art Market will allow you to enter directly into the modern art and contemporary art market through a vast worldwide network of Artists, Buyers, Art Lovers, Art Advisors, Art Dealers, and Galleries. T.O.E Art Market is the best place to see artworks and art for sale online.

Original Art for sale | Painting

Ennio Finzi
Italy

Represented by: PoliArt Contemporary
Views: 18

Contact the gallery




Shipped from MILANO, Italy
Shipping costs:



Packaged in cardboard box

Make an offer

IDEOCROMO
Acrilico su tela/1985
cm 50x70x3
Price 2500 €
Share

About the artist
Tra gli artisti affiliabili - con qualche approssimazione - alla grande vicenda dello spazialismo veneziano, Ennio Finzi ha seguito una sua personalissima via “eversiva”. La più importante formazione culturale dell’artista, a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, è intrisa di dibattiti non solo artistici, ma anche relativi alle problematiche estetiche della Nuova Musica, facendo della sua ricerca l’inquieto tentativo di porre sempre nuovi presupposti e scopi. Ancora di più che nell’arte, è proprio nel dibattito sulla Nuova Musica che i compositori sentirono la necessità di elaborare degli inediti sistemi teorici, che potessero sostenere le novità delle proprie composizioni. Tutte le categorie estetiche del passato, in primis ogni forma d’idealismo (questi sono i temi di quegli anni), erano sentite come inadeguate per riuscire a cogliere il divenire di ricerche estetiche innestate nei rivolgimenti della storia. Questo è l’ambito cui Ennio Finzi è rimasto fedele e per questo, da subito, la sua è stata definita antipittura. Ovviamente, quelli che avevano dato una simile definizione si sbagliavano: erano ancora dei dialettici, che non riuscivano a dare parole nuove a immagini che ponevano problematiche inedite. Ogni ciclo di Finzi, talvolta ogni opera, ha rappresentato una sorta di conquista, di baluardo, subito abbandonato, rinnegato, subito perduto come una traccia sulla sabbia. Così il carattere fondamentale della poetica di Finzi è da sempre stato un’indomita libertà creativa, fondata su una continua ridefinizione di se stessa e sul continuo rilancio di una sorta di dubbio cartesiano, anche rispetto alle basi teoriche e ai mezzi della ricerca. Le inevitabili incoerenze e le contraddizioni, che appaiono di ciclo in ciclo e di opera in opera, non sono che il manifestarsi di questa multipolarità creativa, fatta con gli ossimori di una provocatoria riservatezza, di una baldanzosa incertezza, di una fede traditrice, di una profondità superficiale, di un silenzio assordante, di un gesto immoto, di una luce buia, di una stonata intonazione.