Egypt, Flowers, Palms (20th–21st centuries) Series: EFP 1/11 ***** Serie Egitto, Fiori, Palme (XX–XXI secolo): EFP 1/11, Anna Linda Knoll - T.O.E. Art Market
T.O.E. Art Market supports artists and galleries all over the world. Discover the artworks

Egypt, Flowers, Palms (20th–21st centuries) Series: EFP 1/11 ***** Serie Egitto, Fiori, Palme (XX–XXI secolo): EFP 1/11, Anna Linda Knoll - T.O.E. Art Market

T.O.E. Art Market, the new online marketplace to buy and sell art, find the original paintings, fine art photographs, and drawings such as a museum of modern art and contemporary art. T.O.E. Art Market will allow you to enter directly into the modern art and contemporary art market through a vast worldwide network of Artists, Buyers, Art Lovers, Art Advisors, Art Dealers, and Galleries. T.O.E Art Market is the best place to see artworks and art for sale online.

Original Art for sale | Photography

Anna Linda Knoll
Hungary

Represented by: Anna Linda Knoll Photography Private Collection
Views: 117

Contact the gallery




Shipped from Budapest, Hungary
Shipping costs:



Packaged in cardboard box

Make an offer

Egypt, Flowers, Palms (20th–21st centuries) Series: EFP 1/11 ***** Serie Egitto, Fiori, Palme (XX–XXI secolo): EFP 1/11
Digital Photography Mid 1900s/2022 ***** Fotografia digitale Metà del 1900/2022
cm 30x21x1
Price 360 €
Share

About the artwork
SALE OF EGYPT, FLOWERS, PALMS SERIES: The series of photographs consists of 15 photographs taken in the mid-20th century in Egypt, downtown Cairo, the suburbs and the Pyramids of Giza, as well as contemporary images of flowers and palms taken in 2014 and 2022, as well as 15 photographs, for a total of 30 photographs. Each Egyptian image has a plant photo, forming image pairs as diptychs. The price of an image refers to the price of a pair of images, meaning the price advertised in the images includes two images: an Egyptian image and a plant photo. The picture pairs were determined by the photographer. With this selection, the photographer would like to draw attention to the very significant inspiring influence of flora in ancient Egyptian architecture. She intensively expresses her opinion that in decorative art and design, the motif system of flower heads can be observed in particular, while the structure of palm leaves shows very nice visual associations on the outer structural skeleton of pyramid architecture. In addition to the documentary value and aesthetic experience, the photographer also sees this selection of images as an environmental action, reminding her of the importance of environmental protection, the urgency of conserving the environment and regenerating the environment, and expressing the urgency of climate change. Several pairs of pictures may be of interest to teenagers and young adults, and these art works are a great offer for them as a gift. ORIGIN OF EGYPTIAN PICTURES: The photos taken in Egypt were bought by the photographer in 2014 in a store in Budapest in the form of slides. Colorbar collects, renovates and sells 20th century furniture and interior items. In 2014, the store was available in Magyar street in downtown Budapest, but since then it has moved, but Budapest is still its headquarters. Instead of the former small shop, a large department store is now waiting for customers. The owner of Colorbar, Mr. Zsolt Szakál, drew the photographer's attention to his slide film collection. After a long selection, the photographer found the images now on display. The store owner’s collection included several archive 20th-century series from several photographers. These images, taken in Egypt in the mid-20th century, are the work of one photographer. The images were thus legally owned by the photographer through a purchase. Colorbar’s slides come from legacy simple purchases and auctions. The slides were not cleaned by the photographer, and she did not engage in the retouching with chemicals or otherwise. Where the images show damage, the slide was originally damaged. In 2014, the photographer asked the Keskenyfilm Budapest Film Archiving Studio to digitize the slides. After digitization, the photographer embarked on the retouching of the series of images only in digital form. The photographer regularly does retouching on her own shots, in fact, the procedure is part of her daily routine. However, she had not dealt with the reconstruction or renovation of old pictures before. This is why this series of exhibitions represents a special project for her, during which she tried out new retouching procedures. In the work of corrective retouching, she was motivated and inspired by the renovation style of old Hungarian movies of the middle of the 20th century, so by her own film experiences. The photographer worked on the images according to the professional-level procedures of the film archives. A lot of dust and other contaminants (e.g., prepared insects) have settled on the surface of the slides over the decades. She solved these problems with meticulous precision work. In places where the surface of the slide film was destroyed by some chemical or liquid, the photographer did not completely remove the traces of the damage, thus alluding to the antiquity of the images in the 20th century. INTERPRETATION OF EGYPTIAN PICTURES: The pictures show the areas of downtown and the suburbs of Cairo with the pyramids, hieroglyphs and mummies of Giza. The photographer infers from the technical procedures of the images that the former photographer may have been a man who was able to photograph very well. He was certainly not an amateur traveler. He has successfully solved a variety of compositional and complicated, no-effort technical procedures. He instructed his models in a professional way. The compositions in the portrait photos are very beautiful, he was able to characterize the human face very well according to the old 20th century classic rules. The architectural photos are especially beautiful. He visibly visited the Pyramids of Cheops and Khafre. The display of the pyramid photographed from the balcony of the building was particularly difficult for him, as the technological conditions of the age did not yet allow for simple light adjustments, although he chose a compositional solution that was difficult to implement even with today's technology. In this picture, the geometric patterns of the building that form the frame give an interesting visual rhythm to the representation of the pyramid, which can be considered very, very modern at that time and today. Of course, the city street images in Cairo are just as exciting, as they also provide an authentic document on the Arab trade and service style of Egypt in mid-20th century. DESCRIPTION OF PLANT PICTURES: Each Egyptian image is accompanied by a plant photo. With this action, the photographer draws attention to the protection of the environment in connection with climate change, which has become extremely timely nowadays. The palm tree, as an inspiring plant typical of ancient architecture, also touches the photographer in its structural beauty. She took pictures of flowers and palms in 2014 and 2022 in Botanical Garden of Eötvös Loránd University (ELTE) in Budapest. The photographer is confident that the pairs of images will evoke many, many thoughts, provide additional associations, and their joint exhibition will express a high level of aesthetic experience. PHOTOGRAPHER INSPIRATIONS: More than 20 years ago, in the summer of 1999, the photographer spent three weeks in Rome still as a student learning the language. During this time, she rented a room in via Nomentana in the Roman apartment of Italian painter Angela Longhi. The painter had apartments in several large cities, and in several of these, she rented out rooms to students. She was almost always on the road. The photographer was lucky because it was at this time that she traveled home to Rome and was able to meet in person. The photographer brought her Hungarian porcelain as a gift, and the painter also gave the photographer one of her female portrait graphics. At the meeting, the painter then showed the photographer her freshly made series of African photographs. She had been to Africa not long before and explained to the then 17-year-old student, how important Africa is to Italian people and to everyone else because Africa is a wonderful continent. These photos of African portraits and painting portraits of women in the rooms of the apartment are a lifelong inspiration for the photographer. By the way, the photographer has known Italy well since she was a little girl, she often traveled to Italy with the parents of a merchant who has been selling Italian products in Hungary for more than 30 years. That is why it is a great pleasure for her to have found the 20th century commercial photographic documents of Egyptian Arab culture in the form of a series of photographs and can now present them in Tuscany, Italy. Considering the rich history and significance of Egyptian-Italian trade relations today, she is truly proud of this special exhibition. PHOTO QUALITY: Photos are printed digitally on high-quality photo paper. The photo printing is done by photographer's company partner in Budapest, with which she has been cooperating for more than 10 years. This photo paper, chosen by the photographer, for conservation for over 50 years, provides perfect quality. The quality is confirmed by the photographer with the most modern framing process. FRAME: The framing of the photos is done by the photographer's Budapest downtown partner company, with which she cooperates in the long run. The pictures are framed in 30 x 40 cm frames. The frame includes high quality museum glass, which is considered to be the safest and most beautiful of today’s modern procedures. The photos will show the photographer's signature, year, title and copy number. In this series, each image in this size is made in 250 copies. This system of technical procedures can be used to increase the value of images as an art investment opportunity. ***** VENDITA SERIE EGITTO, FIORI, PALME: La serie di fotografie è composta da 15 fotografie scattate a metà del XX secolo in Egitto, nel centro del Cairo, nei sobborghi e alle Piramidi di Giza, oltre a immagini contemporanee di fiori e palme scattate nel 2014 e nel 2022, oltre a 15 fotografie, per un totale di 30 fotografie. Ogni immagine egiziana ha una foto di piante, formando coppie di immagini come dittici. Il prezzo di un'immagine si riferisce al prezzo di una coppia di immagini, il che significa che il prezzo pubblicizzato nelle immagini include due immagini: un'immagine egiziana e una foto di piante. Le coppie di immagini sono state determinate dalla fotografa. Con questa selezione, la fotografa desidera attirare l'attenzione sull'influenza molto significativa della flora nell'architettura dell'antico Egitto. Esprime intensamente la sua opinione che nell'arte decorativa e nel design si può osservare in particolare il sistema di motivi dei capolini, mentre la struttura delle foglie di palma mostra associazioni visive molto belle sullo scheletro strutturale esterno dell'architettura piramidale. Oltre al valore documentario e all'esperienza estetica, la fotografa vede anche questa selezione di immagini come un'azione ambientale, ricordandole l'importanza della protezione ambientale, l'urgenza di preservare l'ambiente e rigenerare l'ambiente, ed esprimendo l'urgenza del cambiamento climatico. Diverse coppie di immagini possono interessare adolescenti e giovani adulti e queste opere d'arte sono un'ottima offerta per loro come regalo. ORIGINE DELLE IMMAGINI EGIZIANE: Le foto scattate in Egitto sono state acquistate dalla fotografa nel 2014 in un negozio di Budapest sotto forma di diapositive. Colorbar colleziona, rinnova e vende mobili e oggetti per interni del XX secolo. Nel 2014 il negozio era disponibile in via Magyar nel centro di Budapest, ma da allora si è trasferito, ma Budapest è ancora la sua sede. Al posto dell'ex piccolo negozio, ora aspetta i clienti un grande magazzino. Il proprietario di Colorbar, il signor Zsolt Szakál, ha attirato l'attenzione della fotografa sulla sua collezione di diapositive. Dopo una lunga selezione, la fotografa ha trovato le immagini ora in mostra. La collezione del proprietario del negozio comprendeva diverse serie d'archivio del XX secolo di diversi fotografi. Queste immagini, scattate in Egitto a metà del XX secolo, sono opera di un fotografo. Le immagini erano quindi legalmente di proprietà della fotografa tramite un acquisto. Le diapositive di Colorbar provengono da semplici acquisti e aste legacy. Le diapositive non sono state pulite dalla fotografa e lei non si è impegnata nel ritocco con prodotti chimici o altro. Laddove le immagini mostrano danni, la diapositiva era originariamente danneggiata. Nel 2014, la fotografa ha chiesto al Keskenyfilm Budapest Studio di Archiviazione di Film di digitalizzare le diapositive. Dopo la digitalizzazione, la fotografa ha intrapreso il ritocco della serie di immagini solo in forma digitale. La fotografa esegue regolarmente il ritocco sui propri scatti, infatti la procedura fa parte della sua routine quotidiana. Tuttavia, non si era occupata prima della ricostruzione o del rinnovamento di vecchie immagini. Ecco perché questa serie di mostre rappresenta per lei un progetto speciale, durante il quale ha sperimentato nuove procedure di ritocco. Nel lavoro di ritocco correttivo, è stata motivata e ispirata dallo stile di rinnovamento dei vecchi film ungheresi della metà del XX secolo, quindi dalle sue stesse esperienze cinematografiche. La fotografa ha lavorato sulle immagini secondo le procedure di livello professionale degli archivi cinematografici. Nel corso dei decenni, sulla superficie dei vetrini si sono depositati molta polvere e altri contaminanti (ad es. insetti preparati). Ha risolto questi problemi con un meticoloso lavoro di precisione. Nei punti in cui la superficie della pellicola per diapositive è stata distrutta da sostanze chimiche o liquidi, la fotografa non ha rimosso completamente le tracce del danno, alludendo così all'antichità delle immagini nel XX secolo. INTERPRETAZIONE DELLE IMMAGINI EGIZIANE: Le immagini mostrano le zone del centro e della periferia del Cairo con le piramidi, i geroglifici e le mummie di Giza. La fotografa deduce dalle procedure tecniche delle immagini che l'ex fotografo potrebbe essere stato un uomo che sapeva fotografare molto bene. Non era certo un viaggiatore dilettante. Ha risolto con successo una varietà di procedure tecniche compositive e complicate, senza alcuno sforzo. Ha istruito i suoi modelli in modo professionale. Le composizioni nelle foto di ritratto sono molto belle, ha saputo caratterizzare molto bene il volto umano secondo le vecchie regole classiche del XX secolo. Le foto architettoniche sono particolarmente belle. Ha visitato visibilmente le Piramidi di Cheope e Chefren. Particolarmente difficile fu per lui l'esposizione della piramide fotografata dal balcone del palazzo, in quanto le condizioni tecnologiche dell'epoca non consentivano ancora semplici regolazioni della luce, sebbene scelse una soluzione compositiva di difficile attuazione anche con la tecnologia odierna. In questa foto, i motivi geometrici dell'edificio che formano la cornice danno un ritmo visivo interessante alla rappresentazione della piramide, che può essere considerata molto, molto moderna a quel tempo e oggi. Naturalmente, le immagini delle strade della città al Cairo sono altrettanto eccitanti, in quanto forniscono anche un documento autentico sul commercio arabo e lo stile di servizio dell'Egitto a metà del XX secolo. DESCRIZIONE DELLE IMMAGINI DELLA PIANTA: Ogni immagine egiziana è accompagnata da una foto di piante. Con questa azione, la fotografa richiama l'attenzione sulla protezione dell'ambiente in connessione con il cambiamento climatico, che è diventato estremamente attuale al giorno d'oggi. La palma, come pianta ispiratrice tipica dell'architettura antica, tocca anche la fotografa nella sua bellezza strutturale. Ha fotografato fiori e palme nel 2014 e nel 2022 nel Giardino Botanico dell'Università Eötvös Loránd (ELTE) di Budapest. La fotografa è fiducioso che le coppie di immagini evocheranno molti, molti pensieri, forniranno ulteriori associazioni e la loro mostra congiunta esprimerà un alto livello di esperienza estetica. ISPIRAZIONI DELLA FOTOGRAFA: Più di 20 anni fa, nell'estate del 1999, la fotografa trascorse tre settimane a Roma ancora da studente per imparare la lingua. Durante questo periodo affittò una stanza in via Nomentana nell'appartamento romano della pittrice italiana Angela Longhi. La pittrice aveva appartamenti in diverse grandi città e in molte di queste affittò stanze agli studenti. Era quasi sempre in viaggio. La fotografa è stata fortunata perché è stato in questo periodo che è tornata a casa a Roma e ha potuto incontrarsi di persona. La fotografa le ha regalato porcellane ungheresi e la pittrice ha anche regalato alla fotografa uno dei suoi ritratti grafici femminili. All'incontro, la pittrice ha poi mostrato alla fotografa la sua serie di fotografie africane appena realizzata. Era stata in Africa non molto tempo prima e aveva spiegato all'allora studentessa diciassettenne quanto sia importante l'Africa per gli italiani e per tutti gli altri perché l'Africa è un continente meraviglioso. Queste foto di ritratti africani e pitture ritratti di donne nelle stanze dell'appartamento sono un'ispirazione per tutta la vita per la fotografa. A proposito, la fotografa conosce bene l'Italia sin da quando era una bambina, viaggiava spesso in Italia con i genitori di un commerciante che vende prodotti italiani in Ungheria da più di 30 anni. Ecco perché è un grande piacere per lei aver trovato i documenti commerciali fotografici del XX secolo della cultura araba egiziana sotto forma di una serie di fotografie e ora può presentarli in Toscana, in Italia. Considerando la ricca storia e il significato delle relazioni commerciali italo-egiziane oggi, è veramente orgogliosa di questa mostra speciale. QUALITÀ DELLA FOTO: Le foto vengono stampate digitalmente su carta fotografica di alta qualità. La stampa delle foto viene eseguita dalla società partner della fotografa a Budapest, con la quale collabora da oltre 10 anni. Questa carta fotografica, scelta dalla fotografa, per la conservazione da oltre 50 anni, offre una qualità perfetta. La qualità è confermata dalla fotografa con il più moderno processo di inquadratura. PORTAFOTO: L'inquadratura delle foto è curata dalla società partner della fotografa nel centro di Budapest, con la quale collabora a lungo termine. Le immagini sono incorniciate in cornici di 30 x 40 cm. La cornice include vetro da museo di alta qualità, considerato il più sicuro e il più bello delle moderne procedure odierne. Le foto riporteranno la firma del fotografo, l'anno, il titolo e il numero della copia. In questa serie, ogni immagine di questa dimensione è realizzata in 250 copie. Questo sistema di procedure tecniche può essere utilizzato per aumentare il valore delle immagini come opportunità di investimento nell'arte.

About the artist
Anna Linda Knoll was born in Kaposvár, Somogy county, Hungary, Europe. Her father comes from an ancient Swabian family, and her mother is of Hungarian-Yugoslav (Croatian) descent. The artist has been living and working in Budapest, the capital of Hungary, since 2000. Since 2010, her main activity and daily routine has been working on her photography private collection. Contributor to iStock by Getty Images since 2020. She studied at the four largest and most renowned universities in Hungary: Hungarian linguistics, Hungarian literature and world literature, communication and economics (management theory, marketing and business law), and completed a photography course at the Moholy-Nagy University of Arts. Her favorite topics from her studies appear in her private collection in visual form. She has been working as an editor since the mid-2000s, and has been working as an independent since 2010, retraining herself to online editing and creating websites and databases as editor-in-chief. Her first solo photography exhibition will be held in May 2022 at the Lucca Art Fair Digital Art Week in Tuscany, Italy, Europe. In the spring of 2022, her current photography competitions are at the Royal Academy of Arts Summer Exhibition in London and the Beyond Future Art Prize in Hong Kong. ***** Anna Linda Knoll è nata a Kaposvár, contea di Somogy, Ungheria, Europa. Suo padre proviene da un'antica famiglia sveva e sua madre è di origine ungherese-jugoslava (croata). L'artista vive e lavora a Budapest, capitale dell'Ungheria, dal 2000. Dal 2010 la sua attività principale e routine quotidiana è stata quella di lavorare alla sua collezione privata di fotografie. Collaboratore di iStock di Getty Images dal 2020. Ha studiato nelle quattro università più grandi e rinomate dell'Ungheria: linguistica ungherese, letteratura ungherese e letteratura mondiale, comunicazione ed economia (teoria del management, marketing e diritto commerciale) e ha completato un corso di fotografia presso l'Università delle arti Moholy-Nagy. I suoi argomenti preferiti dei suoi studi compaiono nella sua collezione privata in forma visiva. Lavora come redattrice dalla metà degli anni 2000 e lavora come indipendente dal 2010, riqualificandosi all'editing online e alla creazione di siti Web e database come redattrice capo. La sua prima mostra fotografica sola si terrà a maggio 2022 alla Lucca Art Fair Digital Art Week in Toscana, Italia, Europa. Nella primavera del 2022, i suoi concorsi fotografici attuali sono alla Royal Academy of Arts Summer Exhibition di Londra e al Beyond Future Art Prize di Hong Kong.
More gallery’s works