T.O.E. Art Market supports artists and galleries all over the world. Discover the artworks

Deposito vecchi treni, Scuffi Marcello - T.O.E. Art Market

T.O.E. Art Market, the new online marketplace to buy and sell art, find the original paintings, fine art photographs, and drawings such as a museum of modern art and contemporary art. T.O.E. Art Market will allow you to enter directly into the modern art and contemporary art market through a vast worldwide network of Artists, Buyers, Art Lovers, Art Advisors, Art Dealers, and Galleries. T.O.E Art Market is the best place to see artworks and art for sale online.

Original Art for sale | Painting

Scuffi Marcello
Italy

Represented by: Vannucchi Arte
Views: 259

2800 Add to cart



Shipped from Prato, Italy
Shipping costs: 30 € local, 200 € international



Packaged in wooden box

Make an offer

Deposito vecchi treni
Olio su tela, 2018
cm 40x30
Price 2800 €
Share

About the artwork
Olio su tela. Anno 2018. Autentica su foto del maestro. Opera finemente incorniciata.

About the artist
Nasce a Tizzana (Pistoia) nel 1948; uno spirito antico, una straordinaria autenticità e un forte legame che la pittura dichiara nei confronti della sua terra. Questa è l’arte di Marcello Scuffi, pittore toscano espressione del neo-italianismo moderno come lo ha definito Vittorio Sgarbi, richiamando linguaggi primitivisti del nostro rappel à l’ordre, come Carrà, Rosai, Morandi, Casorati, nelle cui opere il soggetto si sposta dai paesaggi alle nature morte. Da questi artisti tuttavia Scuffi si discosta abbandonando le esasperazioni e spogliando l’arte di orpelli inutili. Artista autodidatta, dipinge dal 1970; nelle sue tele, così come negli affreschi e negli acquerelli si riconosce paradossalmente una mano immutata nel tempo, seppur le opere dei primi anni risultino più luminose e più chiare. Suo padre, che all’epoca era un sarto piuttosto rinomato, aveva deciso che lui sarebbe diventato prete. Così l’artista, frequentando il liceo in seminario, faceva di necessità virtù: dipingeva cattedrali, oppure ritratti di Gesù, “ O anche Garibaldi. L’importante era che il soggetto avesse la barba, perché non sapevo disegnare le bocche ”, racconta in un’intervista. Comunque negli anni, quella pittura che sembrava fosse solo il passatempo di un ragazzo, diventa una passione. Complice anche la vista del Pino sul mare di Carrà. Lascia il seminario e pur di poter dipingere fa qualsiasi mestiere: impiegato, tessitore, tappezziere. All’inizio degli anni Settanta, finalmente, la pittura diventa la sua professione, riuscendo a vivere di quello, anche se solo per un breve periodo: dopo i primi due anni di entusiasmo, cominciano le difficoltà. Eppure Marcello Scuffi non si demoralizza. E continua instancabilmente a dipingere, e lo fa senza mai lasciarsi sfiorare dalla tentazione di cedere alle lusinghe della moda. I quadri di arte contemporanea del pittore Marcello Scuffi esprimono una pittura senza tempo, erede delle più alte espressioni del Novecento. Basta guardare un olio su tela come Marina (il pontilino), del 1980: il taglio fotografico azzardato - che esclude la chioma dell’albero, quasi tutto il cielo, metà di una porta e un pezzo di barca - è forse l’unica concessione al moderno. Il resto è come una finestra magica dalla quale lo spettatore è invitato a spiare un mondo visto da Carrà, forse anche da Giotto o da Piero della Francesca. Il mare come un immobile specchio turchese, il promontorio liscio e piano, le quinte misteriose della montagna all’orizzonte, e su tutto una patina di nebbia perlacea, opalescente, che dà a quel molo solitario, a quella barca ormeggiata e a quell’albero di cui si vede solo il tronco il sapore del sogno o della nostalgia. Fino dal 1970 è stato presente in varie collettive e dal 1972 ha all'attivo più di trenta personali. Nel 1977 e nel 1981 ha soggiornato a Bruxelles e vi ha a lungo dipinto. Oltre che in Italia, il suo lavoro è conosciuto in Francia, Belgio e Svizzera. Con studi e interventi si sono interessati alla sua pittura sia critici d'arte sia letterati. Attualmente vive e lavora a Pistoia.
More gallery’s works